Volto la vita

volto-vitaC’è quella sfumatura di bianco che solo il volto spaventato può esprimere. C’è quel rosso violaceo che sono il volto arrabbiato può presentare. C’è, invece, quel rosso dolcissimo che solo il volto innamorato sa offrire. C’è quella ruga sulla fronte che solo il volto pensoso riesce a disegnare. Così come c’è quella fossetta sulla guancia che solo il volto sorridente sa scolpire. C’è quell’effetto lucido che solo il volto bagnato dalle lacrime può descrivere. Solo il volto. Sì, solo il volto è davvero necessario per conoscere davvero qualcuno. L’uomo nasce per incontrare volti, non immagini, lettere o messaggi. Il volto è esposizione, è la traduzione concreta dello stare cuore a cuore. Il volto è il più efficace e veritiero dipinto della mia vita. Il volto è la mostra su di me. Solo il volto è IO, solo il volto è TU. Per questo la Bibbia è una corsa al SUO Volto, perché solo il Volto è LUI. Tutti corrono verso un volto, anche Erode. Il problema è se ti affidi alle immagini, allora sbagli. Perché, per quanti megapixel abbia la tua fotocamera, solo il volto ti dirà la verità, solo il volto regala una vita in HD.

#scrivimisulcuore

Dal Vangelo di Luca

In quel tempo, il tetràrca Erode sentì parlare di tutti questi avvenimenti e non sapeva che cosa pensare, perché alcuni dicevano: «Giovanni è risorto dai morti», altri: «È apparso Elìa», e altri ancora: «È risorto uno degli antichi profeti». Ma Erode diceva: «Giovanni, l’ho fatto decapitare io; chi è dunque costui, del quale sento dire queste cose?». E cercava di vederlo.

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved