Pastore senza cielo?

Per chi è chiamato ad essere pastore, questo brano è una vera ghigliottina! Non so i miei confratelli, ma da ieri fatico a posare gli occhi su queste parole così vere: «guardatevi dai falsi profeti!». Non ho paura di incontrare un falso profeta, ma di esserlo! Ho paura che la bontà lasci il posto al rabbonimento, il servizio all’asservimento, la liberazione alla conquista, l’amore alla bramosia, la giustizia alla condanna, la grazia alla corruzione. In fondo ho paura che la comunione che lega profumatamente pastore e gregge involva in due possibili forme: la maschera («O Dio, ti ringrazio che non sono come gli altri uomini») e la irrilevanza («erano come pecore senza pastore»). Come fuggire da questo abominio? Due punti: cuore di pecora e passo da Agnello, ovvero sei uno di loro, ma appartieni radicalmente ad un Altro. Così si porta frutto, «rannodando i sacri vincoli dell’amore tra il Cuore di Dio e il cuore dell’uomo». E il pastore sta lì in mezzo, teso come una corda che continuamente porta terra al Cielo: se si allenta, la terra cade e il Cielo e più lontano. Oggi, più che mai, vi chiedo di pregare perché sappia stare lì, dove il Signore mi chiama, per LUI, per voi.

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Matteo 

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere”.

[Mt 7,15-20]

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved