IMG_1310

Non è un comizio

La testimonianza non è un comizio. Il criterio distintivo è il metodo: coerenza, nel primo caso, convenienza nel secondo. Ecco, forse Gesù sognava un popolo anzitutto credente e solo di conseguenza militante. Solo il primato dell’ascolto, comandamento essenziale per la vita credente, garantisce lo sviluppo di un’antropologia cristiana della comunione e di un’anatomia umana dell’incontro. Orecchie per ascoltare, cuore per obbedire, gambe per avvicinare, mani per servire…e la bocca per parlare? Roba da comizio, non da testimonianza.

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Giovanni 

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio. Vi ho detto queste cose perché non abbiate a scandalizzarvi. Vi scacceranno dalle sinagoghe; anzi, viene l’ora in cui chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio. E faranno ciò, perché non hanno conosciuto né il Padre né me. Ma vi ho detto queste cose affinché, quando verrà la loro ora, ve ne ricordiate, perché io ve l’ho detto».

[Gv 15,26-16,4]

don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved