IMG_4664

Monetina dopo monetina

Non solo il Signore guarda la moneta, ma addirittura vede l’offerta. «Che vuoi che importi al Signore di quel che metto? Lui non ha bisogno», sento dire spesso. Eppure Lui guarda e vede. Così, non solo la fede tocca il portafoglio, ma addirittura tende a svuotarlo, come quel primo amore che ti spingeva alla fame pur di arrivare a permetterti un dono sorprendente. E penso a certi monumenti di fede, le nostre chiese, che esprimendosi in architettura, raccontano di “schiere di vedove” che, poco per volta, hanno saputo dare tutto. Le fondamenta della nostra fede, della fede del nostro popolo, si radicano nella fragile forza di chi si è offerto e si offre, monetina dopo monetina.

#scrivimisulcuore

+ Vangelo San Luca

In quel tempo, Gesù alzàti gli occhi, vide i ricchi che gettavano le loro offerte nel tesoro del tempio. Vide anche una vedova povera, che vi gettava due monetine, e disse: «In verità vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato più di tutti. Tutti costoro, infatti, hanno gettato come offerta parte del loro superfluo. Ella invece, nella sua miseria, ha gettato tutto quello che aveva per vivere».

[Lc 21,1-4]

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved