03FC2485-6648-49DA-9E56-023BECEDEC9D

Mi manchi

«Mi manchi», trovo scritto sullo sfondo del Sacramento. Forse perché il posto del Sacramento è proprio questo: la mancanza, a volte anonima, a volte imbarazzata, di chi non sa trovare la risposta. Non è celebrazione di un dogma, ma esperienza di una presenza; non è trionfo, ma missione; non marcia, ma pellegrinaggio vissuto con l’Amico verso il fratello. Radunati intorno al cuore della casa per riconoscerci ancora porte aperte e vicine, perché tutti possano entrare: attiraci a Te, spingici verso chiunque!

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Luca

In quel tempo, Gesù prese a parlare alle folle del regno di Dio e a guarire quanti avevano bisogno di cure. Il giorno cominciava a declinare e i Dodici gli si avvicinarono dicendo: «Congeda la folla perché vada nei villaggi e nelle campagne dei dintorni, per alloggiare e trovare cibo: qui siamo in una zona deserta». Gesù disse loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Ma essi risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci, a meno che non andiamo noi a comprare viveri per tutta questa gente». C’erano infatti circa cinquemila uomini. Egli disse ai suoi discepoli: «Fateli sedere a gruppi di cinquanta circa». Fecero così e li fecero sedere tutti quanti. Egli prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò su di essi la benedizione, li spezzò e li dava ai discepoli perché li distribuissero alla folla. Tutti mangiarono a sazietà e furono portati via i pezzi loro avanzati: dodici ceste.

[Lc 9,11b-17]

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved