2EFD8463-DA45-4C60-81AB-F43469A95CCC

Ma io vi dico

«Ma io vi dico»: non è negazione ma correzione, non rivoluzione ma riforma. Perché lo stile cristiano cambia le cose, senza diffamarne alcuna di quelle che trova sulla sua strada. Come? Semplice: non ti dice anzitutto l’errore, ma ti fa vedere la possibilità. «Guarda come sei peccatore!» è un’istigazione alla depressione; «Ma tu lo sai che puoi essere santo?» è un invito alla conversione. Tutti abbiamo bisogno di correzione, ma cristiano è colui che non perde mai la speranza del cambiamento.

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Avete inteso che fu detto: “Amerai il tuo prossimo” e odierai il tuo nemico. Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».

[Mt 5,43-48]

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved