E5122129-81A3-483B-8233-8B881B08735F

Lo spettacolo dell’ammiratore

Parola scomoda, come il filo sul quale si prova l’abilità di un funambolo. Tensione, quella che regge un viaggio, che taglia il passo e incastella le braccia: se l’uomo vuole volare, allora deve lasciarsi “legare”! Mai visto un passo avanti che non fosse “più in là” del passo indietro, o un salto in alto che non fosse “più in su” della quota di partenza. Il “più” è sì opposto al “meno” (nessuno vorrebbe “meno”), ma è necessariamente diverso dal “uguale” (mentre spesso vorremmo il meglio, lasciando tutto “uguale”). Parola scomoda, certo, ma che trasforma l’ammiratore in spettacolo.

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli: «Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; sono venuto a portare non pace, ma spada. Sono infatti venuto a separare l’uomo da suo padre e la figlia da sua madre e la nuora da sua suocera; e nemici dell’uomo saranno quelli della sua casa. Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me; chi non prende la propria croce e non mi segue, non è degno di me. Chi avrà tenuto per sé la propria vita, la perderà, e chi avrà perduto la propria vita per causa mia, la troverà. Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato. Chi accoglie un profeta perché è un profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto perché è un giusto, avrà la ricompensa del giusto. Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d’acqua fresca a uno di questi piccoli perché è un discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa».  Quando Gesù ebbe terminato di dare queste istruzioni ai suoi dodici discepoli, partì di là per insegnare e predicare nelle loro città.

[Mt 10,34-11.1]

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved