8AD6D8D3-535C-4510-B451-DE308DF05B4F

Libero di essere odiato

Libero di essere odiato: ecco lo status del cristiano. Tanto originale da non dover piacere per forza, tanto geniale da non pretendere di essere capito, tanto radicale da non aspettarsi di essere condiviso. Un inno all’identità sicura anche senza riconoscimento, un elogio della scelta che sia smarcata dal consenso, un omaggio all’appartenenza che vada oltre alla compiacenza. Ma capisci che libertà liberante? È come se fossi tanto forte da poter dire: «Ammazzami pure, perché io so di essere vivo!». Amo il cristianesimo, perché amo essere liberamente vivo, anche senza permesso.

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Giovanni

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti io dal mondo, per questo il mondo vi odia. Ricordatevi della parola che io vi ho detto: “Un servo non è più grande del suo padrone”. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma faranno a voi tutto questo a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato».

[Gv 15,18-21]

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved