IMG_2030

Lasciare

Rinuncia ed eredità si fondano sullo stesso verbo: lasciare. E sono inscindibilmente intrecciate: lasciare qualcosa e lasciare a qualcuno. Non lascerai niente a nessuno, se non avrai imparato a lasciare qualcosa; e non sarai capace di lasciare qualcosa, finché non avrai trovato il coraggio di riconoscere un erede. Davanti allo specchio, sede di troppe scelte, ogni rinuncia è perdita, ma davanti al fratello la rinuncia diventa dono che scrive come eredità una storia che forgia un popolo intero. Lasciare è il distacco che proietta avanti, purché davanti ci sia qualcuno.

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Matteo

In quel tempo, Pietro gli rispose: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito; che cosa dunque ne avremo?». E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: voi che mi avete seguito, quando il Figlio dell’uomo sarà seduto sul trono della sua gloria, alla rigenerazione del mondo, siederete anche voi su dodici troni a giudicare le dodici tribù d’Israele. Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna».

[Mt 19,27-29]

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved