858A82F4-654E-4FF5-95A4-21579D770050

Discepolato vergognoso

Ti sei mai chiesto quale legame colleghi il Suo annuncio della Passione e il loro gareggiare per essere primi? Temo che la risposta sia elementare: iniziano a litigare per la successione. Discepolato vergognoso, perché troppo intento a meritare, per lasciarsi semplicemente salvare. Non fanno domande perché non hanno capito e rallentano perché lui si sta allontanando; avrebbero preferito dimostrare di sapere e limitarsi ad accompagnare, perché così sarebbero stati meritevoli di qualcosa. Discepolato vergognoso quello che, assicurandomi di essere “adatto”, mi evita di essere servo.

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Marco

In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli attraversavano la Galilea, ma egli non voleva che alcuno lo sapesse. Insegnava infatti ai suoi discepoli e diceva loro: «Il Figlio dell’uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma, una volta ucciso, dopo tre giorni risorgerà». Essi però non capivano queste parole e avevano timore di interrogarlo. Giunsero a Cafàrnao. Quando fu in casa, chiese loro: «Di che cosa stavate discutendo per la strada?». Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti». E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato».

[Mc 9,30-37]

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved