Che vuoi?

Riesce a buttar via, solo chi sappia a che cosa tenga davvero; riesce a scacciare, solo chi sappia appartenere. Nulla è più autorevole dell’amore: il diavolo oggi vince facilmente perché non sappiamo più a che teniamo e a chi apparteniamo.

E, mentre il demonio ci guarda compassionevole assicurandoci che no, non sarà il caso di scegliere, perché tanto si riesce a sistemare tutto, oggi Cristo ci sfida con lo sguardo pretenzioso dell’amore: «Allora, tu che cosa vuoi veramente?». Perché la vita è vera e piena solo quando hai trovato ciò per cui valga la pena spenderla, chiudendo tutto il resto: «I open at the close» [J.K. Rowling].

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Marco

In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafàrnao,] insegnava. Ed erano stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi. Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui. Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!». La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea.

[Mc 1,21-28]

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved