Category: Vangelo Quotidiano

Vangelo Quotidiano

Parola ridata

A volte la divisione, per essere ricucita, non ha bisogno di una parola data, ma di una parola ridata. Ci sono ferite che non conoscono parole buone, ma l’ascolto, quello sì, è sempre buono.

VAI »
Vangelo Quotidiano

#VincentLambert

Esco di tema, o forse no. E so che mi tirerò dietro un sacco di critiche, ma onestamente me ne frego. Sono felice che il mondo sia pieno di opinionisti cattolici che hanno consumato le tastiere per scrivere in merito al nostro povero fratello #VincentLambert. Eppure a me questa vicenda

VAI »
Vangelo Quotidiano

Sacrificarsi, non sacrificare

Sacrificarsi, non sacrificare: perdo, mi perdo, ti guadagno. E ti trovi il cuore ridotto ad una miseria, una pagnotta irriconoscibile nel suo sbriciolarsi per non affaticare chi non abbia denti forti per nutrirsi.

VAI »
Vangelo Quotidiano

Quale potere?

Quale potere? Quello che mi dà ciò che voglio, oppure quello che mi fa volere ciò che mi è dato?

VAI »
Vangelo Quotidiano

Tommaso assente

Assente. Assente non nell’operazione di chirurgia criminale dall’analisi delle ferite, anche perché nessuno aveva osato toccare l’Amico.

VAI »
Vangelo Quotidiano

La prova della prova

La presenza della prova non significa assenza di cura, mentre l’assenza della prova significa assenza di fiducia. Senza quelle onde burrascose, come avrebbero fatto quei timidi pescatori a passare dal lago al mare?

VAI »
Vangelo Quotidiano

Non perdere la riva

Il vero servizio all’uomo che annaspa è non perdere la riva. La carità non è mai una fedeltà alternativa a quella della verità: non ci sono due leggi.

VAI »
Vangelo Quotidiano

La verità del cuore

La verità del cuore si può leggere solo nel pianto commosso di chi da quel cuore si è sentito immeritatamente amato.

VAI »
Vangelo Quotidiano

Questione di autorità

L’autorità non è facciata, ma fondamenta e non ha come contenuto qualcosa di appreso, ma ciò che ho ruminato.

VAI »
Vangelo Quotidiano

Ogni frutto a suo tempo

Puoi illuderti di dare un tempo (breve o lungo) ai frutti, oppure puoi accettare che siano i frutti a dare il tempo. La prima soluzione è rassicurante, produttiva; la seconda è rischiosa, educativa.

VAI »

Copyright 2018 © All rights Reserved