Category: Prediche

Prediche

Perdenti

Perdenti sono coloro cui è andato male qualcosa, perduti, invece, sono coloro a cui nessuno vuole bene. Dio non ha paura delle nostre perdite, ma ha il terrore di perderci: accettiamoci perdenti, lottiamo per non perderci e sarà vittoria! #scrivimisulcuore

VAI »
Prediche

Così piccola

E tu, […] così piccola […], da te uscirà per me colui che deve essere il dominatore in Israele: [Michèa] Aiutaci a generare senza la preoccupazione di opterete; aiutaci a offrire, senza la smania di rivendicare. #scrivimisulcuore

VAI »
Prediche

Che sapore ha il sale?

Che sapore ha il sale? Nessuna ricetta parte dal sale e, di fatto, nessuna ricetta può permettersi di non tenerne conto. Il contrario di salato? No, non è dolce, perché anche nei dolci, in giusta misura, trova posto il sale. Il contrario di salato è sciapo, ovvero “senza sapore”. Ma,

VAI »
Prediche

Sabbia e roccia

Il vero miracolo dell’amore è trasformare la mancanza in opportunità. Amore non è eliminare la sabbia, ma sopportare di essere la roccia, là dove l’altro è sabbia. E primeggiare, in quest’arte, non significa amare per primi, ma essere i primi a lasciarsi amare. #scrivimisulcuore

VAI »
Prediche

Ingiustamente irriconoscibili

Ingiustizia è mangiare senza mai farsi pane (cerchiamo sempre l’occasione, fuggiamo il più possibile la restituzione), ascoltare senza mai trasmettere (pieni di ricordi, sterili di esempi). Questa ingiustizia ci rende irriconoscibili agli occhi di Dio, forse perché LUI a tavola è Pane e tra le storie è eredità. #scrivimisulcuore

VAI »
Prediche

Ci manca il coraggio

Vorremmo avere il coraggio di dire con la nostra stessa vita che preferiamo essere perseguitati, piuttosto che omologati; insultati, piuttosto che ignorati. Ci manca il coraggio della verità, Signore: ci manca il coraggio della fedeltà a te, che sei la Verità! #scrivimisulcuore

VAI »
Prediche

Vivere il morire

La salvezza non è la fortuna di evitare il morire, ma la grazia di vivere anche il morire. Debolezza, povertà, inadeguatezza sono cifre del nostro essere, ci appartengono: salvarci da queste cose significherebbe credere in una salvezza non “per noi”, ma “da noi”. Oggi non festeggiamo il vertice della “disumanità

VAI »
Prediche

Che piacere!

«Il mio diletto è per me e io per lui» [Ct 2,16a] «Ciascuno di noi cerchi di compiacere il prossimo nel bene» [Rm 15,2] «Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando» [Gv 15,14] «Se ora mi dicessero di abbandonare ogni vanità ed ogni orgoglio, ogni desiderio

VAI »
Prediche

Impasto di misericordia e grazia

«Tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta» [1Cor 13,7] «…è simile a un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia» [Mt 7,24] Scusare e sopportare: il primo a perdonare, il primo bene nella mancanza di bene. Credere e sperare: il primo a tifare, una partenza che

VAI »
Prediche

La responsabilità di appartenerci

Certo siamo salvati per la fortuna di appartenergli, ma questo non ci esonera dal considerare la responsabilità di appartenerci, gli uni gli altri. E se Dio è disponibile ad ascoltare anche l’impudente rivendicazione per quel “nostro” fratello, è sordo a qualunque richiesta, seppur educata, che abbia il “mio” come possessivo.

VAI »

Copyright 2018 © All rights Reserved