Category: Omelie domenicali

Omelie domenicali

Morire di gioia

Morire di gioia. Della tua gioia. Questo è il segreto evangelico del bambino, perché lui sa che la Vita è profezia di gioia e martirio di compassione. #scrivimisulcuore

VAI »
Omelie domenicali

Solo un orfano muore di fame

Solo un orfano può morire di fame. Così diceva il mio rettore, uomo di missione, ben sapendo che un papà ed una mamma sanno frantumarsi e sbriciolarsi, pur di nutrire. #scrivimisulcuore

VAI »
Omelie domenicali

Mi manchi

«Mi manchi», trovo scritto sullo sfondo del Sacramento. Forse perché il posto del Sacramento è proprio questo: la mancanza, a volte anonima, a volte imbarazzata, di chi non sa trovare la risposta. Non è celebrazione di un dogma, ma esperienza di una presenza; non è trionfo, ma missione; non marcia,

VAI »
Omelie domenicali

Insieme

Che poi, onestamente, non importa quel che scrivi, ma che tu lo scriva con qualcuno: il mistero della vita non è contenuto, ma compagnia. #scrivimisulcuore

VAI »
Omelie domenicali

A fuoco

Mettere a fuoco per non bruciare, ardere per non consumare: non è la festa della combriccola dei supporters, ma la festa della comunione degli insopportabili. Oggi possiamo dire con onestà il nome dei nostri insopportabili, vicini o lontani che siano, così da implorare sinceramente la Grazia di mettere a fuoco

VAI »
Omelie domenicali

Fraterna ustione

Ci ustiona il fuoco del Suo amore per noi, perché chi ama sa guardare ciò che noi nasconderemmo volentieri. Ustione, ferita che si rivela feritoia di fraternità. Fuoco di carità, che ci rende riconoscibili gli uni agli altri, proprio perché tutti feriti guariti, condannati graziati, moribondi immortali. #scrivimisulcuore

VAI »
Omelie domenicali

Cielo promettente

Non ci ha tolto la sua compagnia, ma ci ha condiviso la sua strada: poteva scappare, invece è ritornato, così che tutti potessimo seguirlo. Quel cielo, sua misteriosa origine, è ora per noi una meta promettente. #scrivimisulcuore

VAI »
Omelie domenicali

Inutile amore

Nessun gesto d’amore è più bello dello stringere delicatamente le mani del bambino che debba imparare a camminare (e dell’anziano e dell’infermo che debbano imparare di nuovo a farlo), eppure nessun gesto è tanto inutile. Si danno le mani per toglierle, si sorregge per lasciare, si sta vicino per permettere

VAI »
Omelie domenicali

Imparare l’amore

L’amore ha la misura familiare dell’imitazione, non quella teorica della perfezione e nemmeno quella violenta della competizione. «L’amore non è una cosa che si possa insegnare, ma è la cosa più importante da imparare» [San Giovanni Paolo II]. #scrivimisulcuore

VAI »
Omelie domenicali

Eco di novità

Novità non è scaricare ciò che era prima di me, ma prenderlo in carico. È come inseguire l’eco della voce in una bella valle sonora: cambia la geografia, si trasfigura il suono, ma la voce è sempre la stessa. Novità è fedeltà ad una parola che, correndo in avanti, sa

VAI »

Copyright 2018 © All rights Reserved