IMG_3146

Bicchieri di cristallo

La diffusissima religione del packaging impone la dittatura dell’ottimale sul criterio dell’ottimo. Il prodotto, infatti, non deve essere buono, ma commerciabile, calcolando la resa non rispetto al servire, ma all’asservire. Bicchieri di cristallo finissimo, pieni di veleno letale: ecco i prodotti che abbiamo, i prodotti che siamo. Ci sono bellezze che sono trappole: allora «quale bellezza salverà il mondo?» [F. Dostoevskij]. Non quella che possiamo (s)vendere, ma quella che sappiamo irradiare [cf C.M. Martini].

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Matteo

In quel tempo, Gesù parlò dicendo: «Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pagate la decima sulla menta, sull’anéto e sul cumìno, e trasgredite le prescrizioni più gravi della Legge: la giustizia, la misericordia e la fedeltà. Queste invece erano le cose da fare, senza tralasciare quelle. Guide cieche, che filtrate il moscerino e ingoiate il cammello! Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l’esterno del bicchiere e del piatto, ma all’interno sono pieni di avidità e d’intemperanza. Fariseo cieco, pulisci prima l’interno del bicchiere, perché anche l’esterno diventi pulito!».

[Mt 23,23-26]

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved