Month: Febbraio 2018

Vita in piccolo

C’è chi ha cercato la vita dove c’era da strafogarsi, per paura di morire affamato; c’è chi l’ha cercata dove scorrevano ininterrotti fiumi inebrianti, per paura di morire assetato; chi l’ha cercata dove c’erano legami garantiti, per paura di morire pellegrino; c’è chi l’ha cercata nel variegato culto dell’immagine, per

VAI »

Tentazione occasione

Lo Spirito ti può portare, ma tocca a te decidere di stare dove ti ha condotto: la tentazione è continuare a lasciarsi condurre, senza mai abitare. La tentazione della tentazione è «provare senza provare, prima di vivere» [Emmanuel Levinas].

VAI »

Morire per vivere

Non dice una parola, perché l’unica parola che gli interessi davvero l’ha già detta un Altro. Non prende niente con sé, perché l’unica cosa necessaria gli è stata già data. Semplicemente si alza, obbediente e fiducioso, e inizia a camminare, facendo della propria vita uno stare in cammino, piuttosto che

VAI »

Si digiuna

Si digiuna per avere fame di ciò che sazia, altrimenti si finisce per macchiare di voracità il nutrimento. Si digiuna per lasciarsi nutrire da qualcuno che ci ami, altrimenti si finisce per afferrare, arraffare e affamare chi ci sta intorno. Si digiuna per cancellare ciò che ci ha inquinati, altrimenti

VAI »

Rinnegati e amaMi!

«Mi ami?»: prima faccia della medaglia. «Ti rinneghi?»: l’altra faccia della medaglia. «Smetti di amarti per amarmi. Decidi di seguire, poi smetti di decidere. Di’ semplicemente “eccomi!”, poi smetti di parlare. Mi ami?».

VAI »

Per quale ricompensa?

Tre parole intessono questa nostra “evangelica bisaccia”, bagaglio per il cammino quaresimale: ricompensa, Padre, segreto. Proprio la prima parola la sento consegnata come ago della bussola di questa Quaresima: PER QUALE RICOMPENSA?

VAI »

Semplicemente ricevere

Ma perché pretendiamo di vedere sempre tutto crescere? Perché giudichiamo guadagno solo ciò che di nostro venga moltiplicato? Perché non possiamo, almeno ogni tanto, semplicemente ricevere? Qui sta la malattia della Fede, nel non osare l’umiltà del ricevere.

VAI »

Se fai come ti dico

«Se fai come ti dico, allora io sono dio». Sarà dura, ma è la realtà di tanta nostra preghiera: poche richieste, molte pretese; poca fede, molte garanzie; poco abbandono, molta estorsione.

VAI »

Se TU vuoi

No, non voglio vedere di più: non ho bisogno di vedere di più. So che qualche cosa mi è vicino: so che sto per arrivare “dove volevo andare”. E vi arrivo col cuore malato di lontananza. Amo le cose lontane: sospiro dietro la lontananza che si fa senso su certi

VAI »

Io sono la tua fame

Quella di oggi è una Parola dura per me. Il Signore corregge il senso della missione che mi ha affidata: essere risposta alla fame.

VAI »

Copyright 2018 © All rights Reserved