Month: Settembre 2015

I primi ultimi

Strana gara, quella della Fede. È una gara che, come tutte, prevede dei vincitori e dei perdenti. Però le regole sono paradossali. Corri per essere il primo, sì, ma il primo a servire. Cosa significa? Significa essere il primo a dire «sì», invece che «no…forse…». Il primo a dire «se

VAI »

Scommetto sulla promessa!

Essere seminatore non è un mestiere. Se fosse un mestiere, allora vedremmo un uomo che investe, basandosi su calcoli precisi (faccio queste cose, perché ne avrò un ricavo, che posso preventivare con una certa sicurezza). No, essere seminatore è vocazione.

VAI »

News o BUONA NOTIZIA?

In qualunque momento puoi aprire una app e trovare news. Il nostro è il mondo delle news. News mondiali delle quali ci nutriamo, news locali alle quali ci interessiamo con voracità. Questa continua volontà di “aggiornamento” ci trasforma, passo dopo passo, in “vampiri di parole nuove”: ci nutriamo di news,

VAI »

Mani tese verso un “tu”

L’uomo cattura il mondo con il suo sguardo. Potenti sono gli occhi dell’essere umano: raccolgono, comprendono, fanno tesoro. E poi tocca alle mani. È quasi automatico: inquadrato l’obiettivo, l’arto parte, si getta nel vuoto e si tende con ogni energia possibile. La mano dell’uomo: barca che porta il cuore sull’orizzonte

VAI »

Mi raccomando: puntualità!

«Ah quanti bei ricordi!». «Domani è un altro giorno». Sono le due frasi di coloro che non arriveranno mai puntuali. Sono le espressioni di un pericoloso “fuso orario” umano, che allontana a tal punto la persona dalla vita, da renderla assente ad ogni appello. Malinconici e sognatori: i sempre assenti

VAI »

Vivo per un sorriso

Ci sono due tipi di persone. I primi: quelli che si aggrappano alla vita. Sono coloro che si danno seriamente da fare per sentirsi sempre vivi, sempre in cerca di novità, affascinati dal mito dell’eterna giovinezza. Ci sono poi gli altri: quelli che la vita la donano.

VAI »

Scendere sulla Croce

La Croce è il grande paradosso dell’esistenza dell’uomo. La Croce è il grande punto interrogativo che proietta sui nostri giorni un’ombra, che sembra invalicabile. Ma la soluzione al paradosso l’ha rivelata Colui che nel paradosso ci è entrato in pieno: Gesù.

VAI »

Camminare con le mani

È bellissimo vedere un bambino che, sorretto da mamma e papà, impara a camminare. È bellissimo perché è veramente libero nel suo muovere i passi. Lo guardi e sorridi perché lui ha un sorriso enorme sul volto. Lo guardi e ti stupisci perché i suoi occhi sono pieni di meraviglia.

VAI »

Frutti coronati di spine

La opuntia ficus-indica (fico d’India) è davvero una brutta pianta. Se tu la guardi ti viene da allontanarti. Quelle spine, così minacciose, ti fanno dire: «andiamo da un’altra parte». Ecco la prima impressione: totalmente negativa.

VAI »

Sii bello!

L’uomo è una creatura nata per vivere in piedi, per scrutare orizzonti alti, per arrivare in cima. Per questo l’uomo porta in sé il desiderio della bellezza. Nulla di mediocre o appena sufficiente può fargli sussultare il cuore: ci riesce solo la bellezza.

VAI »

Copyright 2018 © All rights Reserved