E1DEC42A-8034-44A4-905B-8B8C3810CB55

Scegliere di lasciar scegliere

All’ansia del fare la scelta giusta, il Signore risponde facendoci giusti per scelta, la sua scelta su di noi. La sorte che vede Mattia scelto come Apostolo non è una cieca fortuna e nemmeno il risultato di un concorso, ma una volontà espressa all’orecchio attento di chi sceglie di lasciar scegliere, facendo silenzio. Ecco cosa manca: il silenzio, perché in qualunque momento della vita l’identità non nasce dalla pretesa, ma nasce dall’ascolto.

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Giovanni 

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi. Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».

[Gv 15,9-17]

don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved