A7EF9A2F-FC41-4FAD-8FEA-CAC6C7F4721B

Porta di casa

Se la porta non fa la differenza, allora sono un senzatetto. Che piaccia o no, varcare una soglia significa disegnare nella geografia della mia storia, e nel concreto della mia giornata, un dentro e un fuori. La porta fa la differenza, oppure la casa non esiste. E quel semplice gesto non può mai essere scontato, perché gravido di conseguenze: togliere le scarpe, rendersi presenti con un saluto, staccare i contatti esterni per gustare quelli di casa, sistemarsi per dirsi disponibili, coniugarsi al “noi” perché il tempo della realizzazione lasci spazio a quello della comunione. Temo che tutti noi abbiamo smesso di avere una casa, nel momento in cui abbiamo smesso di varcarne seriamente la porta, decidendo che “qui dentro” non sarebbe stato come “là fuori”. Vale per la casa dell’uomo, vale per la casa di Dio.

#scrivimisulcuore

+ Vangelo di San Giovanni 

In quel tempo, disse Gesù: «In verità, in verità io vi dico: chi non entra nel recinto delle pecore dalla porta, ma vi sale da un’altra parte, è un ladro e un brigante. Chi invece entra dalla porta, è il pastore delle pecore. Il guardiano gli apre e le pecore ascoltano la sua voce: egli chiama le sue pecore, ciascuna per nome, e le conduce fuori. E quando ha spinto fuori tutte le sue pecore, cammina davanti a esse, e le pecore lo seguono perché conoscono la sua voce. Un estraneo invece non lo seguiranno, ma fuggiranno via da lui, perché non conoscono la voce degli estranei». Gesù disse loro questa similitudine, ma essi non capirono di che cosa parlava loro. Allora Gesù disse loro di nuovo: «In verità, in verità io vi dico: io sono la porta delle pecore. Tutti coloro che sono venuti prima di me, sono ladri e briganti; ma le pecore non li hanno ascoltati. Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvato; entrerà e uscirà e troverà pascolo. Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; io sono venuto perché abbiano la vita a l’abbiano in abbondanza».

[Gv 10,1-10]

don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved