Category: Omelie domenicali

Omelie domenicali

Sono un prodigio!

«Ma voi, se la vostra fede vi rende beati, datevi da conoscere come beati! Per la vostra fede le vostre facce sono sempre state più dannose delle nostre ragioni! Se la lieta novella della vostra Bibbia vi stesse scritta in faccia, non avreste bisogno di imporre così rigidamente la fede

VAI »
Omelie domenicali

Un’occasione per caso

C’è un sacerdote, forse troppo occupato a salvare tutti per soccorrerne uno solo. C’è un levita, forse eccessivamente concentrato a salvare quello giusto per accorgersi di uno qualunque. C’è un samaritano, che semplicemente vede col cuore, cogliendo in un caso una buona occasione. Prossimità forse è questo: scorgere l’appuntamento lungo

VAI »
Omelie domenicali

Il nome della mancanza

Il segreto dell’amore non è escludere ogni mancanza, ma dare nome e volto alla mancanza di cui non posso sentire la mancanza. Allora la vita è sicura, quando si sa che ciò che conta è accanto a me, per sempre. #scrivimisulcuore

VAI »
Omelie domenicali

Coraggio e libertà

Coraggio apostolico e libertà evangelica: due coordinate, un solo viaggio. #scrivimisulcuore

VAI »
Omelie domenicali

Non tornare

Se non sei capace di lasciare tutto quello che hai, tutto quello che sei, obbligherai ad un ritorno da prigioniero. Perché ci sono legami che sono legacci, quasi elastici che rendono più violento il ripiegare, quanto più è stato audace l’andare. Beata quella casa in cui il passato è eredità

VAI »
Omelie domenicali

Spada e chiavi

Due strumenti, due doni nuziali. La SPADA di chi ha saputo arrendersi, piuttosto che continuare a difendersi. Non è lo sguardo di un guerriero, ma di un ferito; non di un sopravvissuto, però, bensì di un guarito. Perché le ferite le portano entrambi: i sopravvissuti e i guariti. La spada

VAI »
Omelie domenicali

Morire di gioia

Morire di gioia. Della tua gioia. Questo è il segreto evangelico del bambino, perché lui sa che la Vita è profezia di gioia e martirio di compassione. #scrivimisulcuore

VAI »
Omelie domenicali

Solo un orfano muore di fame

Solo un orfano può morire di fame. Così diceva il mio rettore, uomo di missione, ben sapendo che un papà ed una mamma sanno frantumarsi e sbriciolarsi, pur di nutrire. #scrivimisulcuore

VAI »
Omelie domenicali

Mi manchi

«Mi manchi», trovo scritto sullo sfondo del Sacramento. Forse perché il posto del Sacramento è proprio questo: la mancanza, a volte anonima, a volte imbarazzata, di chi non sa trovare la risposta. Non è celebrazione di un dogma, ma esperienza di una presenza; non è trionfo, ma missione; non marcia,

VAI »
Omelie domenicali

Insieme

Che poi, onestamente, non importa quel che scrivi, ma che tu lo scriva con qualcuno: il mistero della vita non è contenuto, ma compagnia. #scrivimisulcuore

VAI »
Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved