Author: Don Carlo

Omelie domenicali

Sono un prodigio!

«Ma voi, se la vostra fede vi rende beati, datevi da conoscere come beati! Per la vostra fede le vostre facce sono sempre state più dannose delle nostre ragioni! Se la lieta novella della vostra Bibbia vi stesse scritta in faccia, non avreste bisogno di imporre così rigidamente la fede

VAI »
Vangelo Quotidiano

Lo spettacolo dell’ammiratore

Parola scomoda, come il filo sul quale si prova l’abilità di un funambolo. Tensione, quella che regge un viaggio, che taglia il passo e incastella le braccia: se l’uomo vuole volare, allora deve lasciarsi “legare”!

VAI »
Omelie domenicali

Un’occasione per caso

C’è un sacerdote, forse troppo occupato a salvare tutti per soccorrerne uno solo. C’è un levita, forse eccessivamente concentrato a salvare quello giusto per accorgersi di uno qualunque. C’è un samaritano, che semplicemente vede col cuore, cogliendo in un caso una buona occasione. Prossimità forse è questo: scorgere l’appuntamento lungo

VAI »
Omelie domenicali

Il nome della mancanza

Il segreto dell’amore non è escludere ogni mancanza, ma dare nome e volto alla mancanza di cui non posso sentire la mancanza. Allora la vita è sicura, quando si sa che ciò che conta è accanto a me, per sempre. #scrivimisulcuore

VAI »
Vangelo Quotidiano

Bel mistero!

Ci sono due generi di mistero. C’è un mistero che trama paura, perché si riferisce a qualcosa che andrebbe conosciuto, ma che rimane nascosto. C’è, invece, un mistero che intesse fiducia, perché riguarda ciò che non potrebbe essere conosciuto, se qualcuno non me lo avesse sussurrato.

VAI »
Vangelo Quotidiano

A scuola dai serpenti

Quando cominci ad andare in montagna ti insegnano che i serpenti, in genere, se non infastiditi, non fanno del male. Astuzia serpentina è preferire il nascondimento all’aggressività, così da evitare il conflitto e garantire la vita.

VAI »
Vangelo Quotidiano

Lasciare

Rinuncia ed eredità si fondano sullo stesso verbo: lasciare. E sono inscindibilmente intrecciate: lasciare qualcosa e lasciare a qualcuno. Non lascerai niente a nessuno, se non avrai imparato a lasciare qualcosa; e non sarai capace di lasciare qualcosa, finché non avrai trovato il coraggio di riconoscere un erede.

VAI »
Vangelo Quotidiano

La storia è i nomi

La storia è fatta di nomi e la storia di Dio è fatta dei nostri nomi. Lui non disdegna di raccontarci come importanti e così, storia nella sua storia, noi diventiamo frammenti di salvezza.

VAI »
Vangelo Quotidiano

Parola ridata

A volte la divisione, per essere ricucita, non ha bisogno di una parola data, ma di una parola ridata. Ci sono ferite che non conoscono parole buone, ma l’ascolto, quello sì, è sempre buono.

VAI »
Vangelo Quotidiano

#VincentLambert

Esco di tema, o forse no. E so che mi tirerò dietro un sacco di critiche, ma onestamente me ne frego. Sono felice che il mondo sia pieno di opinionisti cattolici che hanno consumato le tastiere per scrivere in merito al nostro povero fratello #VincentLambert. Eppure a me questa vicenda

VAI »
Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
don Carlo Pizzocaro

Sono nato il 16 luglio 1987 a Lanzo Torinese da Gemma Teppa e Giannino Pizzocaro, secondogenito, dopo mio fratello Alberto.

Iscriviti alla newsletter!

Copyright 2018 © All rights Reserved